traghetti sardegnaOltre ad essere splendida da visitare la Sicilia può essere usata anche come scalo per raggiungere la Sardegna.

Una vacanza che abbia come meta località indimenticabili, come Castelvetrano o Cefalù, potrebbe essere resa ancora più interessante con una tappa in Sardegna. Dopo aver soggiornato in uno dei numerosi ed accoglienti hotel siciliani, è possibile infatti decidere di fare un’escursione di qualche giorno nei dintorni di Cagliari.  Molti hotel siciliani situati vicino al porto di Trapani o Palermo, offrono ai loro clienti la possibilità di usufruire di escursioni appositamente studiate, con trasferimenti a loro carico, per la Sardegna.

Il grande vantaggio dei traghetti è quello di poter portare con sè la propria auto, senza doverla necessariamente lasciare in un parcheggio a pagamento. Una volta approdati a Cagliari, infatti, occorrerà spostarsi con l’auto per raggiungere le località preferite della Sardegna. Pertanto è sempre  consigliabile portare  la propria auto sull’isola o noleggiarne una sul posto per spostarsi autonomamente.

C’è da tenere presente, però, che in Sardegna non ci sono autostrade e le più importanti arterie da percorrere con l’auto sono: la SS 131 Carlo Felice che collega Porto Torres – Sassari-Oristano-Cagliari, una deviazione della SS 131 in località Abbasanta che porta a Cagliari e la SS 130 Cagliari-Iglesias. Quanto alle Ferrovie dello Stato, invece, c’è solo la tratta Sassari-Oristano-Cagliari, mentre con le Ferrovie della Sardegna sono attive le linee Alghero-Porto Torres-Palau-Macomer- Nuoro. In alternativa non rimane che optare per i due validi collegamenti marittimi per circumnavigare la Sardegna con il traghetto. Da Cagliari ad Arbatax e da Olbia  ad Arbatax.

I collegamenti dalla Sicilia alla Sardegna sono settimanali, con partenza alle 17 .00 di ogni venerdì da Palermo e di ogni sabato da Trapani, con arrivo alle 6.30 circa  nel porto Sardo. D’estate, ovviamente le tratte sono molto più frequenti e spesso sono effettuate anche corse straordinarie per sopperire alle esigenze sopravvenute dei turisti in eccedenza.

I traghetti sardegna posso essere presi anche dai porti  italiani più importanti (Civitavecchia, La Spezia, Livorno, Napoli, Genova e altri) con numerose destinazioni: Olbia, Porto Torres, Cagliari, Golfo Aranci (Olbia) e Arbatax.

E’ fondamentale prenotare i traghetti con sufficiente anticipo, soprattutto d’estate. Spesso sono messi in promozione i biglietti,  con sconti limitati ad alcuni giorni e offerte famiglia . Se ci si mantiene in frequente contatto con i siti turistici e di viaggio è possibile usufruire della convenienza, altrimenti si rischia di perdere le offerte migliori che, ogni anno, vanno letteralmente a ruba.

Le possibilità di sistemazione sono molteplici. Si parte dai più economici posti sul ponte. Si sale in graduatoria e fascia di prezzo con le poltrone, senz’altro più comode e riservate. Poi ci sono le cabine con i letti a castello, di I o II classe con tariffa ancora superiore, ma con garanzia di maggiore privacy e comodità.