(AGI) – Palermo, 30 ott. – Un nuovo interrogatorio, ieri, durato diverse ore, durante il quale ha negato tutto, fermamente. Incluse le nuove contestazioni: altri due ragazzini adescati. Don Aldo Nuvola, ex sacerdote della parrocchia Regina Pacis, quartiere della Palermo bene, arrestato a luglio con l’accusa di induzione alla prostituzione e atti sessuali con i minori, continua a protestarsi innocente. Gli investigatori avrebbero pero’ individuato altri giovani – almeno due – che avrebbero avuto rapporti sessuali con il prete. Sentito nel carcere dell’Ucciardone dal pm Geri Ferrara, don Nuvola ha sostenuto che si tratta di “invenzioni, di vanto”. All’arresto dell’ex parroco gli inquirenti erano arrivati sviluppando elementi emersi nel corso delle indagini sull’omicidio di Massimo Pandolfo, ucciso il 24 aprile scorso al Teatro del Sole a Palermo. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it