A Piedimonte Etneo, in provincia di Catania, è possibile trovare uno dei più antichi luoghi di culto di tutta l‘Europa: il Santuario di Santa Maria della Vena.

Fu voluto da San Gregorio Magno che lo edificò, quasi 1500 anni fa, nei boschi di proprietà della madre (Santa Silva).

La leggenda narra che i monaci, incaricati da San Gregorio della sua costruzione, quando giunsero sul posto assistettero allo sgorgare miracoloso di una vena acquifera tuttora esistente. Da questo prodigio ebbe origine il nome del Santuario. La fontana, alimentata da questa vena acquifera è considerata miracolosa.

All’interno del Santuario è possibile trovare una bellissima icona bizantina raffigurante la Vergine Maria con in braccio Gesù bambino. Le due figure sono strette guancia a guancia. Sempre al suo interno è possibile trovare una macina raffigurante il mistero della vita.

Il Santuario è legato ad un secondo evento miracoloso. Il 6 febbraio 1865, infatti, a seguito di una forte eruzione dell’Etna, la lava si fermò proprio di fronte alla Chiesa del Santuario, salvando la vicina borgata di Vena. A questo episodio è legata la rappresentazione della Madonna. del Fuoco, alle spalle dell’altare.

Come arrivare

Il Santuario si trova nel Comune di Piedimonte Etneo, nella frazione di Vena, ad oltre 700 metri di altezza, sulla falda nord-est dell’Etna. È possibile raggiungerlo dalla A18 Messina-Catania (svincolo Fiumefreddo) o dalla provinciale 59 Linguaglossa-Zafferana (bivio Vena-PE).

Per chi arriva in aereo, consigliamo di prenotare un volo per l’aeroporto di Catania. Le compagnie a disposizione sono molteplici, tra cui tanti low-cost. Il sito www.volagratis.com (il cui slogan è vola quasi gratis), consente una facile ricerca del miglior volo per voi.