(AGI) – Palermo, 24 dic. – Trema ancora la terra sulle coste tirreniche della provincia di Messina dopo il forte terremoto di magnitudo 4 avvertito all’alba di ieri nel capoluogo. Alle 7.08 di questa mattina una scossa di magnitudo 2.8 si e’ prodotta con epicentro in mare davanti al litorale di Patti, Oliveri, Montagnareale e Falcone, a una profondita’ di soli 10 chilometri, il che l’ha resa piu’ percepibile. Nella stessa aerea tre scosse si erano verificate ieri, e avevano seguito quella piu’ violenta sentita in citta’ e le altre due meno intese di assestamento che erano state pure avvertite dalla popolazione messinese. Il terremoto di stamani sono e’ stato il solo nel mare di Messina: alle 8.28 infatti un nuovo sisma e’ avvenuto nelle acque delle isole Eolie, sempre con magnitudo 2.8 ma a una profondita’ di oltre 133 chilometri, ed e’ stato percio’ registrato solo dagli strumenti dell’Ingv. Gli ultimi eventi sismici non rientrano comunque nell’attivita’ dello Stretto di Messina, come il primo di ieri, ma in quelli dei Golfi di Patti e di Milazzo, e delle isole Eolie. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it